16/06/2022 - Le FAQ del C.P.R.

Il C.P.R., Regolamento dei Prodotti da Costruzione, ha sostituito la Direttiva 89/10/CEE sui Prodotti da Costruzione (meglio nota come CPD), fissando condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione, ne abbiamo parlato estesamente in questo articolo.
Oggi pubblichiamo una raccolta delle domande più frequenti cui abbiamo risposto negli ultimi anni a proposito del C.P.R.

Le domande frequenti sul C.P.R., Regolamento Prodotti da Costruzione


Come interpretare correttamente le sigla Euro-class di un cavo normato CPR?

Di seguito il significato delle varie sigle apposte ad un cavo normato CPR:

  • da s1a s3 : Emissione di fumi e gas tossici

  • da a1 ad a3: Acidità e corrosività dei fumi

  • da d0 a d2:Gocciolamento di particelle incendiarie

NB: il numero più basso, accanto alla lettera, indica una prestazione migliore.


Quali sono ad oggi (Aprile2018) le classi CPR ammesse in Italia?

Le classi sono le seguenti:

  • B2ca,s1a,d1,a1

  • Cca,s1b,d1,a1

  • Cca,s3,d1,a3

  • Eca

Tutte le altre devono essere motivate in fase di progetto e potrebbero comunque essere contestate.
L’unica variabile ammessa, perché fortemente migliorativa, è la d0 al posto di d1 (es: B2ca,s1a,d0,a1)

Quale Euro-class utilizzare? Chi mi può guidare nel merito?

L’utilizzo della classe appropriata ai vari ambienti è regolata dai decreti ministeriali specifici, dai documenti di prevenzione incendi emessi dai VV.FF. e dalla Norma CEI 64-8 (articoli 527.1, 751.04.2.8, 751.04.3). Da qui l’importanza di avvalersi di un progettista per definire la Euro-class più appropriata per un determinato ambiente.

Qual è la classe minima utilizzabile in Italia?

Per i cavi di segnale : La guida tecnica CEI 46/136 "Guida alle Norme per la scelta e la posa dei cavi per impianti di comunicazione", cita al punto 6.4.5 :

"..Per tutti gli altri cavi (es. cavi per sistemi bus, coassiali , lan, domotici, cavi compositi (ibridi), ecc.) la classe minima da considerare è la Classe Eca"

 

Quando ordino un cavo, è sufficiente indicare che lo voglio di tipo CPR?

No.
Bisogna sempre specificare quale Euro-class è necessaria per soddisfare i requisiti di sicurezza dell’impianto in caso di incendio. Un ospedale così come un ufficio hanno criticità molto diverse, quindi necessitano di Euro-class differenti.

 

E' possibile l'utilizzo in Italia di cavi Fca?

I cavi con questa Euro-class quando entrano in un ambiente chiuso devono essere interrotti e il collegamento ripristinato con altro cavo di Euro-class adeguata.

 

Cosa vuol dire che un cavo può essere utilizzato per posa singola o in fascio ?

La posa singola prevede che il cavo sia installato singolarmente e distante almeno 25 cm da altri cavi o, in alternativa, posto in tubazione così come indicato all’art. 751.04.2.6 b)c) delle norme CEI 64/8.
La posa a fascio prevede che il cavo possa essere installato insieme ad altri cavi aventi idonea classe di reazione al fuoco.

 

Per i cavi installati in tubazione incassata all’interno di materiale incombustibile (tubazione sotto intonaco) è richiesto l’uso di cavi con una specifica classe di reazione ?

Non è richiesta alcuna classe in particolare in quanto si ritiene che tale soluzione installativa sia di per se sufficiente a garantire la non propagazione dell’incendio. Considerato che la classe minima ammessa è la Eca si parte da questa.

 

Cosa succede quando cavi aventi diversa reazione al fuoco giungono allo stesso quadro/armadio ?

Nulla, è ammesso che ciò avvenga in quanto potrebbero essere cavi destinati ad aree e/o servizi differenti tra loro.

 

Quali sono le condizioni per cui un cavo di segnale possa coesistere con cavi energia aventi una tensione di esercizio (Uo/U) 0,6/1 KV ?

Vale quanto esposto al punto precedente, oltre al fatto che i due cavi devono garantire anche un’ adeguato isolamento.
La marcatura apposta sulla guaina del cavo: C-4 (Uo=400V) CEI UNEL 36762 è di per se garanzia di un adeguato isolamento.

 

Posso posare insieme due cavi che abbiano differenti classi di reazione al fuoco ? Esempio Cca,s3,d1,a3 ed Eca.

A fare la differenza non è tanto la classe di reazione quanto il luogo di impiego.
Se in una certa zona posso installare solo cavi di classe Cca,s1b,d1,a1 potrò accompagnarli a cavi aventi stessa classe o superiore, ma mai inferiore.

Un cavidotto è considerato come un’opera di ingegneria quindi si applica il C.P.R. ? Esempio cavidotto interrato che collega due unità abitative o industriali.

Si, bisogna solo valutare quanto incide il fatto che sia all’esterno e interrato. Argomento ancora da chiarire in sede CEI.

Quali cavi C.P.R. sono riconducibili alla norma CEI 20/22 III (IEC 60332-3C) ?

I cavi in classe Cca,s3,d1,a3 prendono il posto di quelli che fanno riferimento alla norma CEI 20/22 III (non propagazione su fascio di cavi).

Quali cavi C.P.R. sono riconducibili ai cavi oggi identificati come: LSZH , LSOH e LSNH ?

I cavi in classe Cca,s1b,d1,a1 o superiore prendono il posto degli attuali LSZH , LSOH e LSNH.
La dicitura LSZH NON potrà più comparire sui cavi !!!

L’adeguamento al Regolamento C.P.R. certifica la qualità del prodotto ?

L’adeguamento al Regolamento C.P.R. certifica solo la reazione al fuoco del prodotto, non garantisce nulla in merito alle altre performances.

 

Quante e quali sono le classi di reazione al fuoco standardizzate in Italia?

Il C.E.I. per facilitare la scelta del cavo adatto per ogni tipo di installazione ha identificato ed inserito nella Norma CEI UNEL 35016 quattro classi di reazione al fuoco :

  • B2ca-s1a,d1,a1

  • Cca-s1b,d1,a1

  • Cca-s3,d1,a3

  • Eca

Le classi di reazione al fuoco adottate dai vari Stati Membri dell’Unione europea saranno le stesse per tutti ?

E’ compito del singolo Stato Membro definire le classi di reazione al fuoco nazionali opportune per le proprie tipologie di installazione. Le classi di reazione al fuoco devono obbligatoriamente essere scelte tra quelle definite dalla norma EN 13501-6.

Nell'allegato incluso al presente articolo, il testo completo del regolamento, in lingua italiana.

Download

Download